Sara Ricciardi

Una formazione che affonda le radici in linee pulite e geometriche; un lungo cammino professionale che ha inizio negli Anni Ottanta e che evolve in un personale gusto per gli stili rivoluzionari di Gaudì, Escher e Bruno Munari.

Dinamica e curiosa, è alla continua ricerca di nuove e stimolanti esperienze: dalla rappresentazione di nuove tendenze per le grandi Aziende alla piccola illustrazione per clienti privati, senza paura di “sporcarsi le mani” con colla, forbici e cartoncini colorati, riscoprendo il gusto antico del “fare”.

Lavora solo in compagnia di buona musica, ha sempre la valigia pronta, ama leggere libri gialli e cucinare per le persone a cui vuole bene.

Diplomata alla Scuola Politecnica di Design di Milano nel 1987, incomincia la sua attività con uno stage presso lo studio Sottsass Associati di Milano.

Collabora con l’agenzia Butti e Associati di Firenze nel 1988: immagini coordinate, packaging e brochure per prodotti di cosmetica.

Collabora con lo studio Valentina Grego di Milano dal 1989 al 1991: packaging per Alessi, Olivetti Office.

Collabora con lo studio Gregotti Associati International di Milano (con Pierluigi Cerri) dal 1991 al 1995: cataloghi d’arte per il Kunst-und Ausstellungshalle der Bundesrepublik Deutschland di Bonn (Pantheon der Photographie im XX. Jahrhundert di Klaus Honnef; Niki de Saint Phalle; Sam Francis e Territorium Artis a cura di Pontus Hulten) e Palazzo Grassi di Venezia (Effemeridi su e intorno a Marcel Duchamp e Rrose Sélavy: 1887-1968 di Jennifer Gough-Cooper); brochure per Ferrari Auto; grafica degli allestimenti delle mostre I Goti e Centroamerica, tesori d’arte delle civiltà precolombiane (Palazzo Reale di Milano) e La regola estrosa, cent’anni di eleganza maschile italiana (Stazione Leopolda di Firenze).

Dal 1995 cura l’immagine di Future Concept Lab di Milano e si occupa dei Future Vision Workshops (dalle presentazioni animate interattive alla comunicazione e ai gadget), dei progetti speciali, dei progetti editoriali tradizionali e digitali. Si occupa inoltre del progetto e della realizzazione di presentazioni animate interattive, delle mappe concettuali e delle infografiche statiche e animate.

È stata inoltre responsabile dell’immagine e della grafica di FCL do Brasil. Dal 2014 è responsabile dell’immagine del Festival della Crescita. Ne ha progettato il logo, l’immagine coordinata, i taccuini e i timbri Moleskine, i gadget, la comunicazione cartacea e digitale, la grafica degli allestimenti delle edizioni 2015, 2016, 2017 e 2018.

Alle collaborazioni affianca dal 1990 la propria attività autonoma, soprattutto nell’ambito dello studio di logotipi, marchi, immagini coordinate, editoria tradizionale e digitale, illustrazione e web.

Cura la grafica e l’impaginazione di alcuni progetti editoriali per Sperling & Kupfer Editore e per case editrici indipendenti.

Nel 2010 lancia il progetto Fatto a mano con amore, per recuperare le competenze squisitamente artigianali del mestiere di grafico, producendo stampe tridimensionali e pop-up.

Nel 2011 e 2012 frequenta l’eBook Factory organizzata da Go Ware e progetta e realizza eBook per Siska Editore di Pisa, per Francesco Morace e Future Concept Lab di Milano, curandone la grafica, la definizione dei css e lo sviluppo (epub 2.0).

Dal 2013 crea infografiche statiche e animate.

Dal 2014 progetta, illustra e impagina i calendari L’organizzazione della mia famiglia Le date che non voglio dimenticare.

Dal 2015 lavora al progetto Officina Pisarum, illustrando le architetture di Pisa.

Nel 2018 nasce Sara Ricciardi Grafica: idee, progetti e prodotti.